lunedì 27 luglio 2020

Jeanne Baret marinaia, naturalista

Il doodle di Google dedicato a Jeanne Baret,
marinaia naturalista



Nasce oggi 27 luglio 1740 a Saint-Aulaye  in Francia, Jeanne Baret.
Poco o nulla si sa della sua vita ma si conoscono invece le sue imprese per mare e terra. Marinaia travestita da uomo, naturalista che aiutò a raccogliere e classificare reperti naturali. Fu la prima donna a circumnavigare il globo.

Si imbarca nel 1766 con il nome di Jean Baret con la spedizione di Louis Antoine de Bougainville travestita da uomo come valletto personale del naturalista Philipbert Commerçon (Commoder).
Si distingue nelle varie esplorazioni della spedizione, in Papua Nuova Guinea a Rio De Janeiro, in Patagonia, raccogliendo piante, conchiglie, semi, pietre e catalogando i reperti. Tuttavia nascono presto dubbi sul suo sesso dopo insinuazioni degli autoctoni in Nuova Irlanda e poi a Tahiti dove gli indigeni tentano di abusare di lei avendola riconosciuta una donna. Scoperto il suo vero sesso, Jeanne ammette l'inganno pensato per potersi imbarcare.

Jeanne Baret da marinaia
come interpretata qualche anno
dopo la sua morte
 intorno al 1817.

Sbarcata nelle isole Mauritius con Commoder decidono di rimanere sull'isola dove alla morte del naturista, Jeanne si sposa con un soldato francese. Rientrata in patria oltre all'eredità lasciatagli da Commoder prima di imbarcarsi presso cui era in realtà la governante e forse anche amante, riceve anche una pensione dal Ministero della Marina per gli alti meriti che lo stesso Capitano de Bouganville le riconobbe.
Fu la prima donna a circumnavigare la terra.


Morirà nel suo paese natale, Saint-Aulaye , in Francia nel 1807.








COPYRIGHT dei contenuti dove non diversamente specificato

8 commenti:

  1. Non conoscevo questo personaggio e, proprio oggi avevo visto che veniva ricordata su Google. Che vita interessante e fuori dalle righe per l'epoca!

    RispondiElimina
  2. Mi piacciono i libri dove le protagoniste femminili contribuiscono alla scienza e fanno mestieri maschili per l'epoca in cui hanno vissuto. Credo proprio lo leggerò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente sembra un romanzo, la sua vita è incredibile ma non è un libro è storia vera e vissuta! Sembra incredibile!

      Elimina
  3. Trovo geniale raccontare e descrivere personaggi femminili di così fantastica elevatura, te l'ho già detto. Ciao Federica https://venicefineart.it/

    RispondiElimina
  4. Non la conoscevo, l'ho vista giusto oggi su Google, il tuo articolo cade a fagiuolo.. grazie per la spiegazione (c'è sempre qualcosa da imparare)

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti è stata abilitata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autrice del blog.