mercoledì 8 febbraio 2017

Un film di una donna a settimana per un anno? #15


Meryl Streep è Margaret Thatcher in The Iron Lady
credits: screenshot by Opportunità di GenereOG
in base all'art.70  Legge sulla protezione del diritto d'autore 633/41
 e successive modifiche.

#15 The Iron Lady 

Per questa settimana OG vi consiglia un film da premio Oscar anzi due infatti con questa interpretazione Meryl Streep ha ricevuto l’Oscar e il Golden Globe come miglior attrice protagonista nel 2012, soffiandolo a Glenn Close per Albert Nobbs.  La sceneggiatura è della collaudata Abi Morgan e la direzione è affidata alla regista Phyllida Lloyd.

Trama: Il film ripercorre la vita soprattutto politica di Margaret Roberts, la sua vita di figlia del droghiere del paese, derisa anche dalle altre ragazze per il suo impegno scolastico e politico, le sue difficoltà per farsi prendere sul serio dal partito conservatore nonostante la laurea ad Oxford, l’amore per il marito conosciuto proprio nell’ambito conservatore che da subito la sosterrà e condividerà il suo impegno, fino al suo successo e anche però alle estreme situazioni vissute da Prima Ministra. Tutto nei ricordi di una Thatcher ormai anziana  e dilaniata dalla confusione mnemonica che la porta a confondere presente e passato, un passato importante fatto di scelte politiche che hanno interessato il Regno Unito e l’intera comunità internazionale e che scatenarono dure reazioni come quelle dei terroristi irlandesi che prima uccisero il suo portavoce per l’Irlanda del Nord e poi nel 1983 fecero saltare in aria l’albergo dove era sistemata in attesa di una conferenza o il suo integerrimo piglio durante una intervista con un quotidiano russo che le valse il soprannome, dispregiativo, di Lady di ferro subito però rivisto in patria con onore soprattutto dopo la guerra per le isole Falkland; tutti avvenimenti ripercorsi nel film tramite la memoria mal concia della Iron Lady.



Scelto perché: La vita di Margaret Thatcher è un esempio moderno delle capacità politiche femminili che sono state sempre negate alle donne ma che nonostante tutto sono invece emerse prepotentemente nella storia da Caterina de’ Medici a Elisabetta I a Maria Teresa d’Austria. Donne note con il piglio del comando che si sono dovute imporre, che hanno fatto sacrifici anche personali pur di realizzare se stesse e contribuire a cambiare il loro paese, la loro società, la Storia. Emblematiche le parole di Thatcher stessa: “Ho dovuto combattere sempre, ogni santo giorno della mia vita e sono stata sottovalutata da molti uomini in passato” . E se è vero che non favorì l’ascesa alla politica di altre donne e non guardò di buon occhio al movimento femminista, tocca a noi trarre, come per ogni grande personaggio, i giusti insegnamenti e se prima di lei non c’era mai stata una donna a capo di un governo britannico dopo di lei proprio ora in un momento cruciale c’è un’altra donna, Theresa May erede di quell’ esempio che altrimenti forse ora non sarebbe stato possibile ripetere.

Titolo: The Iron Lady
Nazionalità: UK, FR
Anno: 2011
Durata: 105 min.
Sceneggiatura: Abi Morgan
Regia: Phyllida Lloyd
Cast: Meryl Streep, Jim Broadbent, Olivia Colman





Nessun commento: